Il Tribunale Superiore del Portogallo ha annullato la quarantena, poiché ha riconosciuto che il test PCR non è idoneo a identificare il SARS-CoV-2

il Tribunale Superiore del Portogallo ha annullato la quarantena,
poiché ha riconosciuto che il test PCR
(quello usato per decidere se il tampone è positivo o negativo)
non è idoneo a identificare il SARS-CoV-2

Articolo (attivate la traduzione dal tedesco sul vostro browser)
https://www.corodok.de/portugiesisches-berufungsgericht-pcr

Kary Mullis, l’inventore della tecnica di reazione a catena della polimerasi (PCR) per il quale ha avuto il Nobel, con la quale vengono analizzati oggi i tamponi, affermò che:
“tali test non sono in grado di rilevare virus liberi e infettivi, ma possono solo rilevare delle proteine che i ricercatori credono, in alcuni casi erroneamente, essere uniche per il virus trovato. I test possono rilevare sequenze genetiche di virus, ma non i virus stessi.
Non si deve usare tale test come mezzo diagnostico perché col test PCR chiunque può essere testato positivo a praticamente tutto, se viene fatto abbastanza a lungo – ossia moltiplicando i cicli di amplificazione.”
(cosa che ultimamente viene fatta per il test SARS-CoV-2 e che quindi da un’enormità di falsi positivi)

Adesso che il Tribunale Superiore del Portogallo ha ufficialmente riconosciuto l’inaffidabilità del test, ci auguriamo che anche altri Paesi seguano questa evidenza scientifica, secondo alcuni esperti ignorata con dolo.

Segue articolo tradotto dal tedesco con Google Translator

I test PCR, che si basavano su una pubblicazione del virologo tedesco Christian Drosten e spinti dall’associazione privata OMS, sono in dubbio da tempo. Soprattutto perché i risultati del test vengono utilizzati per le decisioni normative dalla quarantena ai blocchi. Queste preoccupazioni sono state ora fissate in una decisione di una Corte d’appello portoghese.

Con una decisione dell’11 novembre 2020, una Corte d’appello portoghese si è pronunciata contro l’autorità sanitaria regionale delle Azzorre in relazione a una sentenza del tribunale inferiore per dichiarare illegittima la quarantena di quattro persone. Di questi, una persona con un test PCR era risultata positiva a Covid; le altre tre persone sono state considerate ad alto rischio di esposizione. Di conseguenza, l’autorità sanitaria regionale ha deciso che tutti e quattro erano infettivi e pericolosi per la salute, quindi dovevano essere isolati. Questa è una procedura che sperimentiamo regolarmente anche con le nostre autorità sanitarie

La corte inferiore si era pronunciata contro l’autorità sanitaria, e la Corte d’Appello ha confermato tale decisione con argomenti che sostengono esplicitamente la visione scientifica di molti esperti, come l’ex direttore scientifico del gigante farmaceutico Pfizer, a causa della mancanza di affidabilità dei test PCR.

Per gli intenditori della lingua portoghese, il verdetto può essere letto qui , la traduzione inglese di un professore portoghese qui.

I punti principali della decisione del tribunale sono i seguenti:

Una diagnosi medica è un atto medico al quale solo un medico è legalmente autorizzato e per il quale tale medico è esclusivamente e completamente responsabile. Nessun’altra persona o istituzione, comprese le agenzie governative o i tribunali, ha tale autorità. Non è compito dell’autorità sanitaria regionale delle Azzorre dichiarare qualcuno malato o pericoloso per la salute. Solo un medico può farlo. Nessuno può essere dichiarato malato o dannoso per decreto o legge, anche come conseguenza automatica e amministrativa del risultato di un test di laboratorio, di qualsiasi tipo.

Il Tribunale conclude che “in caso di condotta senza preventiva osservazione medica del paziente, senza il coinvolgimento di un medico certificato dall’Ordem dos Médicos che avrebbe valutato i sintomi e richiesto i test/test ritenuti necessari, qualsiasi atto di diagnosi o qualsiasi atto di sorveglianza della salute pubblica (come.B. determinare se vi è un’infezione virale o un alto rischio di esposizione, ciò che i termini di cui sopra riassumono) è contrario a [una serie di leggi e regolamenti] e può costituire un reato dell’usurpa’o de fun’es [pratica professionale illegale] se questi atti sono effettuati o dettati da qualcuno che non ha la capacità di farlo, vale a dire da qualcuno che non è un medico approvato [per la pratica medica in Portogallo, un grado non è sufficiente, sottoposti ad un esame con l’Ordem dos Médicos]’.

Inoltre, il Tribunale rileva che l’autorità sanitaria delle azzorre ha violato l’articolo 6 della Dichiarazione universale sulla bioetica e i diritti umani, non dimostrando che il consenso informato richiesto da tale dichiarazione è stato dato dalle persone testate dal PCR che si erano lamentate delle misure di quarantena coercitive imposte loro.

Essa ha concluso dai fatti presentati al Tribunale che non vi erano prove che le quattro persone in questione fossero state esaminate da un medico prima o dopo l’esecuzione del test.

Critica fondamentale al test PCR da parte del tribunale

Quanto sopra sarebbe sufficiente a considerare illegittima la quarantena obbligatoria delle quattro persone. Tuttavia, la Corte ha ritenuto necessario aggiungere alcune considerazioni molto interessanti ai test PCR:

“Sulla base delle evidenze scientifiche attualmente disponibili, questo test [il test RT-PCR] non è di per sé in grado di determinare senza alcun dubbio se la positività corrisponda effettivamente a un’infezione con il virus SARS CoV-2, per diversi motivi, due dei quali sono di fondamentale importanza: l’affidabilità del test dipende dal numero di cicli utilizzati; l’affidabilità del test dipende dal carico di virus esistente.

Citando Jaafar et al. (2020; https://doi.org/10.1093/cid/ciaa1491) il giudice conclude che “se una persona è risultata positiva dalla PCR, quando viene utilizzata una soglia di 35 cicli o superiore (come è la regola nella maggior parte dei laboratori in Europa e negli Stati Uniti), la probabilità che tale persona sia infettata è <3% e la probabilità che il risultato sia un positivo errato è del 97%”. La Corte rileva inoltre che non si sa la soglia per i cicli utilizzati per i test DI tipo PCR attualmente effettuati in Portogallo.

Citando Surkova et al. (2020; https://www.thelancet.com/journals/lanres/article/PIIS2213-2600(20)30453-7/fulltext) Il giudice osserva inoltre che qualsiasi test diagnostico deve essere interpretato nel contesto dell’effettiva probabilità di malattia, come valutato prima che il test stesso venga effettuato, ed esprime l’opinione che “nell’attuale panorama epidemiologico, la probabilità che i test Covid-19 dia falsi positivi aumenti, con implicazioni significative per gli individui, il sistema sanitario e la società”.

La sintesi della Corte di primo grado per la decisione contro il ricorso dell’autorità sanitaria regionale è la seguente:

“Dati i dubbi scientifici espressi dagli esperti, cioè coloro che svolgono un ruolo, per quanto riguarda l’affidabilità dei test PCR, la mancanza di informazioni sui parametri analitici dei test e l’assenza di una diagnosi medica che dimostri la presenza di un’infezione o di un rischio, tale giudice non può mai determinare se C fosse effettivamente un vettore del virus SARS-CoV-2 o se A, B e D fossero ad alto rischio.”

L’impatto della sentenza

Questo giudizio dovrebbe avere enormi implicazioni giuridiche in Portogallo. Inoltre, vi è una precedente sentenza della Corte costituzionale, che ha dichiarato una privazione illegale della libertà per ogni passeggero che atterra in un aeroporto del territorio, che ha dichiarato una privazione illegale della libertà da parte del governo regionale delle Azzorre.

È anche probabile che i tribunali di altri paesi dell’UE possano utilizzare queste sentenze come un’opportunità per considerare la base scientifica decisiva per queste sentenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...