Automobilista multato durante il coprifuoco, ma il prefetto cancella la sanzione.

CELANO. Viene sanzionato per aver violato il coprifuoco delle 22, ma lui presenta un ricorso, sostenendo che «le libertà costituzionali non possono essere compresse o limitate», e alla fine la prefettura dispone l’archiviazione del verbale da 533,33 euro. 

All’1.50 del 28 febbraio scorso R.M., 54 anni, originario di Pacentro ma residente a Celano, viene fermato dai carabinieri a bordo della sua Alfa Romeo in via della Stazione centrale a Sulmona. Il marsicano non riesce a fornire ai militari un valido motivo per trovarsi fuori casa a quell’ora, in pieno coprifuoco, in quanto dalle 22 alle 5 gli spostamenti sono consentiti solo per comprovati motivi di lavoro, salute, necessità o urgenza. Così a R.M. viene contestata una sanzione di 533,33 euro per aver infranto il terzo comma dell’articolo 1 del Dpcm del 14 gennaio 2021 in quanto «effettuava uno spostamento nell’arco temporale tra le 22 e le 5 del giorno successivo per motivi diversi da esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute».

Il 54enne non ci sta e attraverso il suo legale di fiducia, l’avvocato Lucio Cotturone, di Celano, decide di presentare un ricorso contro «il verbale di contestazione per le violazioni delle misure di contenimento del Covid19 con conseguente sanzione amministrativa». Ricorso per il quale la prefettura dell’Aquila dispone l’archiviazione del verbale, ma di cui non si conoscono ancora le motivazioni. «La norma di cui al Dpcm», si legge nel ricorso, «è un divieto che incide in maniera netta ed indiscutibile sulla libertà personale, paragonabile a un obbligo di permanenza domiciliare che normalmente viene comminata quale pena per un illecito. Inoltre, l’articolo 13 della Carta Costituzionale dichiara inviolabile la libertà personale e che gli eventuali limiti ad essa sono sottoposti alla doppia garanzia della riserva di legge e dell’ordine motivato dell’autorità giudiziaria. L’intera legislazione emergenziale risulta completamente illecita sul piano formale».

Articolo tratto da qui

Automobilista multato durante il coprifuoco, ma il prefetto cancella la sanzione – L’Aquila – Il Centro

2 pensieri riguardo “Automobilista multato durante il coprifuoco, ma il prefetto cancella la sanzione.

    1. Ovviamente sul tuo problema che probabilmente colpisce migliaia di italiani nel mondo, l’informazione di regime tace…non so se il divieto che ti applicano è contenuto in un dpcm (che nel diritto italiano non è una fonte di legge, legge a cui devono sottostare, in particolare alla Costituzione…ma purtroppo i dpcm, essendo dei semplici atti amministrativi non possono essere impugnati davanti la Corte…e chi ne sta abusando lo sa perfettamente) oppure con un decreto legge, che però perde di efficacia se non viene convertito in legge entro 60 giorni (e nessuno dei decreti legge sul covid è stato convertito in legge)…a meno che il contenuto non venga reiterato in successivi decreti legge, pratica decisamente anticostituzionale. Ma anche la magistratura, è sotto l’influenza di quella parte politica che sta emanando quei decreti legge….così funziona un regime non democratico. I padri costituenti proprio per evitare derive totalitarie avevano per questo previsto la cosiddetta “separazione dei poteri” che, di fatto, da alcuni decenni non esiste più.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...